FITOTERAPIA

SALVIA OFFICINALIS – UN AIUTO PER RIDURRE IL COLESTEROLO

salvia contro il colesterolo

La Salvia (Salvia officinalis L.) è un’erba spontanea che cresce in quasi tutta la regione mediterranea. Secondo diverse ricerche scientifiche, la salvia può essere di beneficio per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

In fitoterapia la droga è costituita dalle foglie essiccate che contengono flavonoidi, terpeni, tannini, fitosteroli e un olio essenziale. 

Dal punto di vista terapeutico la salvia trova applicazione per il trattamento dei disturbi dell’apparato digerente (es. atopia gastrointestinale), degli stati infiammatori delle mucose orali (es. gengiviti) e delle vie aeree superiori. La salvia migliora le capacità cognitive poiché inibisce la colinesterasi (enzima deputato alla distruzione del neurotrasmettitore acetilcolina); può quindi essere impiegata con successo nella terapia di supporto all’Alzheimer e ai deficit di attenzione.

Per uso esterno la salvia è particolarmente indicata per il trattamento dell’Herpes simplex (HSV-1, HSV-2) in quanto dimostra forti azioni virucide anche a basse concentrazioni.


Una ricerca condotta dal Dott. S. Kianbakht del Research Institute of Medicinal Plants (Iran) ha dimostrato che la Salvia officinalis è capace di abbassare i livelli ematici di colesterolo totale poiché inibisce la lipasi pancreatica e riduce fortemente l’assorbimento dei grassi dall’intestino.

CONTROINDICAZIONI

In genere la tintura e l’infuso di salvia non causano particolari effetti collaterali alle dosi di impiego comuni (max. 5 g di pianta secca/die, max. 80 gocce di tintura madre/die). Tuttavia l’olio essenziale, essendo ricco in tuione e canfora, è dotato di azione convulsivante.

Dott. Michele Moggio

Dott. Michele Moggio

Laurea Specialistica in Farmacia
Master in Naturopatia e Terapie Complementari

Bibliografia

Schwarz, K., Ternes, W. Costituenti antiossidanti di Rosmarinus officinalis e Salvia officinalis . Z Lebensm Unters Forch 195, 99-103 (1992). https://doi.org/10.1007/BF01201766

Ana Paula Longaray Delamare, Ivete T. Moschen-Pistorello, Liane Artico, Luciana Atti-Serafini, Sergio Echeverrigaray, Antibacterial activity of the essential oils of Salvia officinalis L. and Salvia triloba L. cultivated in South Brazil, Food Chemistry, Volume 100, Issue 2, 2007, Pages 603-608, ISSN 0308-8146, https://doi.org/10.1016/j.foodchem.2005.09.078.

Yinrong Lu, L.Yeap Foo, Rosmarinic acid derivatives from Salvia officinalis, Phytochemistry, Volume 51, Issue 1, 1999, Pages 91-94, ISSN 0031-9422, https://doi.org/10.1016/S0031-9422(98)00730-4.

Yinrong Lu, L Yeap Foo, Antioxidant activities of polyphenols from sage (Salvia officinalis), Food Chemistry, Volume 75, Issue 2, 2001, Pages 197-202, ISSN 0308-8146, https://doi.org/10.1016/S0308-8146(01)00198-4.

S. Kianbakht, F. Hashem Dabaghian, Improved glycemic control and lipid profile in hyperlipidemic type 2 diabetic patients consuming Salvia officinalis L. leaf extract: A randomized placebo. Controlled clinical trial, Complementary Therapies in Medicine, Volume 21, Issue 5, 2013, Pages 441-446, ISSN 0965-2299, https://doi.org/10.1016/j.ctim.2013.07.004.

Behradmanesh S, Derees F, Rafieian-Kopaei M. Effect of Salvia officinalis on diabetic patients. J Renal Inj Prev. 2013;2(2):51-54. Published 2013 Jun 1. doi:10.12861/jrip.2013.18

Kianbakht, S., Abasi, B., Perham, M. and Hashem Dabaghian, F. (2011), Antihyperlipidemic Effects of Salvia officinalis L. Leaf Extract in Patients with Hyperlipidemia: A Randomized Double-Blind Placebo-Controlled Clinical Trial. Phytother. Res., 25: 1849-1853. https://doi.org/10.1002/ptr.3506

Copywrite:

Photo by Jana Ohajdova on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *