FITOTERAPIA, FARMACOLOGIA, PATOLOGIA GENERALE E FARMACOLOGIA

L’ASTAXANTINA A CHE COSA SERVE?

astaxantina a cosa serve

L’astaxantina è una molecola lipofila antiossidante, termostabile e di colore rosso; appartiene alla classe dei carotenoidi e viene sintetizzata da parte di numerosi batteri, microalghe e lieviti. In natura è presente nell’olio ricavato dal crostaceo di Euphausia superba, nota come krill antartico.
In genere la produzione commerciale di astaxantina avviene per sintesi chimica, tuttavia sempre più aziende stanno estraendo queasta molecola da una particolare microalga denominata Haematococcus pluvialis.

astaxantina

Secondo quanto riporta la letteratura “non scientifica”, l’astaxantina dovrebbe:

– Limitare fortemente i processi infiammatori osteoarticolari

– Ridurre lo stress ossidativo nel sangue

– Prevenire la cataratta o altre retinopatie

– Migliorare il sistema immunitario

– Prevenire le malattie cardiocircolatorie

– Ridurre il rischio di infezione da Helicobacter pylori

MA IN REALTA’ L’ASTAXANTINA A CHE COSA SERVE?

La principale proprietà farmacologica in vitro dell’astaxantina è quella antiossidante.
Alcuni studi clinici hanno infatti dimostrato che questa sostanza è dotata della più alta attività antiossidante rispetto ad altre molecole tra cui: il β-carotene, l’α-tocoferolo, il licopene e la luteina. Dal punto di vista biochimico l’isomero cis-astaxantina, in particolare l’astaxantina 9-cis, sembra avere una potenza antiossidante molto più elevata rispetto all’isomero all-trans.

 

 

Purtroppo, nonostante le martellanti informazioni trasmesse da un
marketing estremamente aggressivo, ad oggi le reali proprietà farmacologiche
sull’uomo dell’astaxantina non sono poco conosciute

studi clinici

COSA DICONO GLI STUDI CLINICI?

Purtroppo i principali studi clinici non hanno evidenziato alcun miglioramento della salute dopo l’assunzione di astaxantina anche dopo diversi mesi di utilizzo.

35 pazienti sono stati arruolati in uno studio randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo della durata di 8 settimane per valutare i potenziali benefici ed effetti collaterali del trattamento con astaxantina. 19 pazienti hanno assunto 6 mg di astaxantina al giorno. Alla fine dello studio non sono state rilevate modifiche significative nel metabolismo e nell’esame emocromocitometrico; quindi l’integrazione di astaxantina si può considerare sufficientemente sicura ma non ha apportato modifiche in termini di risultati terapeutici.

Un altro studio clinico randomizzato con placebo, in doppio cieco e condotto su 61 pazienti con trapianto renale, ha dimostrato che l’assunzione per 12 mesi di 12 mg/die di astaxantina non porta alcun beneficio per la salute. In particolare questa integrazione non ha avuto alcun effetto sulla rigidità arteriosa, sullo stress ossidativo e sull’infiammazione.

Un altro studio clinico randomizzato in doppio cieco e controllato con placebo su 34 volontari affetti da acne vulgaris, ha dimostrato che l’integrazione di 4 mg/die di astaxantina associata alla terapia topica con isotretinoina 0,025% o clindamicina 1,2% non porta alcun beneficio al paziente.

In una revisione sistemica e una meta-analisi di studi randomizzati e controllati con placebo, è stato dimostrato che l’assunzione di astaxantina non ha alcun effetto sulla modifica del profilo lipidico nel sangue ma può, in misura molto limitata, avere un effetto ipoglicemizzante.

L’ASTAXANTINA PUO’ ESSERE DI AIUTO PER LA SALUTE?

Voglio comunque precisare che qualche studio clinico in piccola scala ha messo in luce alcune potenziali proprietà dell’astaxantina per la salute umana.

L’assunzione per 28 giorni di 4 mg/die di astaxantina ha migliorato in modo statisticamente significativo le prestazioni nelle prove a cronometro in bicicletta

 

Uno studio clinico randomizzato con placebo e condotto in doppio cieco su 30 uomini, ha dimostrato che l’assunzione di 16 mg/die di astaxantina per 3 mesi può favorire sui parametri dello sperma e migliorare sensibilmente l’infertilità maschile.

DOSAGGI PER L’INTEGRAZIONE ALIMENTARE

Dal punto di vista tossicologico sembra che l’astaxantina sia sicura ma non è ancora stata stabilita una dose giornaliera raccomandata.
Secondo le raccomandazioni approvate in diversi paesi, i dosaggi possono variare da 2 a 24 mg/die.
L’autorità europea per la sicurezza alimentare ha recentemente proposto il dosaggio di 2 mg/die come riferimento per l’integrazione.

Dott. Michele Moggio

Dott. Michele Moggio

Laurea Specialistica in Farmacia
Master in Naturopatia e Terapie Complementari

Bibliografia:

Bibliografia:

C.P. Earnest, M. Lupo, K.M. White, T.S. Church. Effect of Astaxanthin on Cycling Time Trial Performance. Int J Sports Med 2011; 32(11): 882-888. Georg Thieme Verlag KG Stuttgart · New York. DOI: 10.1055/s-0031-1280779

Xuebo Liu, Toshihiko Osawa,Cis astaxanthin and especially 9-cis astaxanthin exhibits a higher antioxidant activity in vitro compared to the all-trans isomer, Biochemical and Biophysical Research Communications, Volume 357, Issue 1, 2007, Pages 187-193, ISSN 0006-291X, https://doi.org/10.1016/j.bbrc.2007.03.120.

Gene A. Spiller and Antonella Dewell. Safety of an Astaxanthin-Rich Haematococcus pluvialis Algal Extract: A Randomized Clinical Trial. Journal of Medicinal Food 2003 6:1, 51-56

Jeff S Coombes, James E Sharman, Robert G Fassett, Astaxanthin has no effect on arterial stiffness, oxidative stress, or inflammation in renal transplant recipients: a randomized controlled trial (the XANTHIN trial), The American Journal of Clinical Nutrition, Volume 103, Issue 1, January 2016, Pages 283–289, https://doi.org/10.3945/ajcn.115.115477

Ursoniu S, Sahebkar A, Serban MC, Banach M. Lipid profile and glucose changes after supplementation with astaxanthin: a systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Arch Med Sci. 2015;11(2):253-266. doi:10.5114/aoms.2015.50960

Yousry M. A. Naguib. Antioxidant Activities of Astaxanthin and Related Carotenoids. Journal of Agricultural and Food Chemistry 2000 48 (4), 1150-1154. DOI: 10.1021/jf991106k

Muhammad Eko Irawanto, Harijono Kariosentono, Bambang Purwanto, Eti Poncorini Pamungkasari. A Randomised Controlled Trial: The effect of oral astaxanthin as an anti-inflammatory agent on serum level of e-selectin in acne vulgaris. Bali Medical Journal (Bali Med J) 2020, Volume 9, Number 1: 41-43 P-ISSN.2089-1180, E-ISSN.2302-2914.

Comhaire, F.H., Garem, Y.E., Mahmoud, A., Eertmans, F. and Schoonjans, F. (2005), Combined conventional/antioxidant “Astaxanthin” treatment for male infertility: a double blind, randomized trial. Asian Journal of Andrology, 7: 257-262. https://doi.org/10.1111/j.1745-7262.2005.00047.x

I. Higuera-Ciapara, L. Félix-Valenzuela & F. M. Goycoolea (2006) Astaxanthin: A Review of its Chemistry and Applications, Critical Reviews in Food Science and Nutrition, 46:2, 185-196, DOI: 10.1080/10408690590957188

Meephansan J, Rungjang A, Yingmema W, Deenonpoe R, Ponnikorn S. Effect of astaxanthin on cutaneous wound healing. Clin Cosmet Investig Dermatol. 2017;10:259-265. Published 2017 Jul 13. doi:10.2147/CCID.S142795

Ikarashi, N.; Kon, R.; Nagoya, C.; Ishikura, A.; Sugiyama, Y.; Takahashi, J.; Sugiyama, K. Effect of Astaxanthin on the Expression and Activity of Aquaporin-3 in Skin in an In-Vitro Study. Life 2020, 10, 193. https://doi.org/10.3390/life10090193

SOFIAH, Arisa Siti; LESMANA, Ronny. Astaxanthin cream alters type I procollagen and Matrix metalloproteinase-1 (MMP-1) gene expression induced by ultraviolet B irradiation in rat skin. Journal of Biomedical and Clinical Sciences (JBCS), [S.l.], v. 3, n. 1, p. 62-67, aug. 2018. ISSN 2550-147X.

Brendler, T, Williamson, EM. Astaxanthin: How much is too much? A safety review. Phytotherapy Research. 2019; 33: 3090– 3111. https://doi.org/10.1002/ptr.6514

 

Davinelli, S.; Nielsen, M.E.; Scapagnini, G. Astaxanthin in Skin Health, Repair, and Disease: A Comprehensive Review. Nutrients 2018, 10, 522. https://doi.org/10.3390/nu10040522

 

Disclaimer e Note Legali:
Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.
Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale o di un qualsiasi tipo di integratore è necessario consultare il proprio medico

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.