FARMACOLOGIA, PATOLOGIA GENERALE E FARMACOLOGIA

DISBIOSI INTESTINALE: SINTOMI e CONSEGUENZE

disbiosi cause e conseguenze

La disbiosi intestinale è una alterazione patologica della normale composizione e distribuzione dei batteri presenti nell’intestino.

Inizialmente i sintomi della disbiosi intestinale sono più evidenti a livello del tratto intestinale (es. gonfiore addominale, stipsi, ecc.) ma con il passare del tempo possono presentarsi eruzioni cutanee e disturbi della sfera psicologica.

Disbiosi intestinale sintomi e conseguenze

DISBIOSI INTESTINALE: CHI E’ A RISCHIO?

Il microbiota ha delle caratteristiche esclusive per ogni individuo, sia per quanto riguarda il numero che la distribuzione dei microrganismi presenti nell’intestino. Inoltre questi parametri continuano a modificarsi nel corso del tempo perché l’intestino è un organo in continua evoluzione. 

Cambia, per esempio, in funzione a cosa mangiamo, a come mangiamo, all’uso di farmaci che facciamo, ai processi di invecchiamento, alle condizioni ambientali, alle patologie concomitanti e al nostro stile di vita.

La disbiosi intestinale è frequente soprattutto nelle persone che fanno uso di antibiotici, farmaci cortisonici, antitumorali, immunosoppressori o altri modificatori diretti o indiretti della risposta immunitaria.

E’ frequente negli individui sedentari, nei soggetti che abusano di lassativi o che seguono diete ad alto indice glicemico (tanti zuccheri semplici assunti nell’arco della giornata).

Sono a rischio di disbiosi intestinale anche gli individui che seguono regimi alimentari ad alto contenuto di proteine (es. diete chetogeniche) o chi assume poche fibre vegetali (< 30 g/die).

 Ad alto rischio di disbiosi sono anche gli individui obesi, gli alcolisti oppure i bambini che purtroppo hanno dovuto usare antibiotici nei primi anni della loro vita.

DISBIOSI INTESTINALE: CONSEGUENZE

In caso di disbiosi a livello intestinale si possono verificare diverse condizioni:

– Modifiche della peristalsi e quindi del normale transito dei prodotti della digestione

– Eccessiva fermentazione con proliferazione incontrollata di batteri, produzione di sostanze tossiche o ossidative derivate dalla putrefazione del cibo digerito.

– Modifiche dell’equilibrio acido-base e quindi variazioni anche significative del pH nel lume intestinale

– Potenziale proliferazione di parassiti intestinali (es. ossiuri) e ridotto sviluppo di lattobacilli

– Elevata produzione di muco e di gas intestinale

 

– Alterazione della permeabilità della parete intestinale con passaggio di tossine e di microrganismi nel letto capillare sanguigno. E questo naturalmente può favorire la comparsa di altre patologie come per esempio le cistiti urinarie.

DISBIOSI INTESTINALE: SINTOMI

 

La disbiosi causa inizialmente sintomi a livello del tratto gastrointestinale.

Tra i principali sintomi della disbiosi intestinale possiamo annoverare:

– Meteorismo

– Stipsi

– Diarrea

– Nausea

– Vomito

– Addome dolente

– Difficoltà nella digestione

Con il peggiorare della situazione possono comparire poi delle eruzioni cutanee, disturbi del sonno, alterazioni dell’umore e in alcuni casi astenia.

 

DISBIOSI INTESTINALE CAUSE E CONSEGUENZE

 

Se vuoi avere maggiori informazioni sulle cause e sulle conseguenze della disbiosi intestinale, ti invito a guardare questo video

Dott. Michele Moggio

Dott. Michele Moggio

Laurea Specialistica in Farmacia
Master in Naturopatia e Terapie Complementari

Bibliografia:

Jason A. Hawrelak, BNat (Hons),
PhD Candidate and Stephen P. Myers, PhD, BMed, ND. The Causes of Intestinal Dysbiosis: A Review. Alternative Medicine Review Volume 9, Number 2
2004

Weiss, G.A., Hennet, T. Mechanisms and consequences of intestinal dysbiosis. Cell. Mol. Life Sci. 74, 2959–2977 (2017). https://doi.org/10.1007/s00018-017-2509-x

Jaclyn Y. Lock, Mariaelena Caboni, Philip Strandwitz, Madeleine Morrissette, Kevin DiBona, Brian A. Joughin, Kim Lewis, Rebecca L. Carrier. (2022) An in vitro intestinal model captures immunomodulatory properties of the microbiota in inflammation. Gut Microbes 14:1.

 

Disclaimer e Note Legali:
Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.
Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale o di un qualsiasi tipo di integratore è necessario consultare il proprio medico

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.